RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Calcio a 5. Olimpus, sconfitta amara. 2-5 contro la Roma e perde la Visconti

Più informazioni su

olimpus-roma1Oltre il danno, la beffa. L’Olimpus gioca bene ma contro la Virtus Roma non basta. E alla fine, oltre alla sconfitta maturata al Palaolgiata, durante la gara la squadra di Marco Donzelli deve anche rinunciare a Sara Visconti, che abbandona il terreno di gioco per infortunio, a seguito di uno scontro con l’stremo difensore giallorosso, uscito dai pali per contenere la sua avanzata. Fin dalle prime battute di gioco la partita è molto vivace, con occasioni da una parte e dell’altra. Al 10’ passa in vantaggio la Virtus Roma con Pasquali, che prende palla, si accentra e trafigge Della Ciana. Un minuto più tardi è ancora la Pasquali a far breccia nella difesa olimpa, portando a due le marcature per la suq squadra (0-2). A seguito del doppio vantaggio, la Virtus Roma cala un po’ il ritmo e l’Olimpus tenta di approfittarne portandosi in avanti con maggiore aggressività. Al 16’ Sergi serve capitan nell’Lisi che tira di prima, ma non centra lo specchio della porta. Passano pochi istanti e le padrone di casa vanno ancora una volta vicine al goal. Sull’asse Lisi-Sorvillo-Visconti, è quest’ultima a rendersi pericolosa; proprio su quest’azione, il portiere della Roma Munoz esce in maniera scomposta sulla numero 9 dell’Olimpus che cade a terra. A pochi secondi dal termine della prima frazione, la Visconti è costretta ad abbandonare il terreno di gioco. Per lei sono in corso gli accertamenti medici del caso. La ripresa si apre di nuovo con l’Olimpus in attacco. Il portiere della Roma è insuperabile: al 4’ manda in angolo un botta dalla distanza della Sias, ben servita da capitan Lisi e, un minuto dopo, un tiro dalla tre quarti della Mogavero. Sulle ripartenze l’Olimpus costringe la Virtus Roma nella propria metà campo. Al 6’ un episodio importante di questa partita: la Salemi riceve palla all’interno dell’area, l’estremo difensore della Roma Munoz esce su di lei, la numero 11 la evita, ma da terra il portiere giallorosso solleva la gamba e va a toccare il ginocchio della Salemi, che, nel frattempo, l’aveva superata. A sorpresa, l’arbitro non prende provvedimenti e fa proseguire la gara. Rialza la testa la Virtus Roma che al 7’ va prima vicino al goal e, al 9’ cala il tris con Contrambone, su assist di Muzi. L’Olimpus schiera il portiere di movimento e questo dà molta vivacità al suo attacco. Al 14’ Ricci serve la Lisi che, a pochi passi dalla porta, insacca (1-3). La gioia per il goal olimpo dura solo pochi secondi; pronti, via, la Roma ristabilisce le distanze con Segarelli (1-4). Le emozioni di questa partita non sono finite: al 15’ Sorvillo serve Sergi, bravissima a trafiggere Munoz (2-4). Sale ancora l’Olimpus che vuole riprendere la partita, e si fa vedere in avanti con capita Lisi, cross dalla destra per Sergi che incrocia bene di testa, ma è brava l’estremo difensore giallorosso a deviare in angolo. Al 18’ la Virtus Roma trova il quinto gol, di nuovo con Segarelli, che fissa il punteggio sul 5-2 per le ospiti. Sul finire di partita a due tiri liberi dell’Olimpus, rispettivamente sui piedi di Sias e Sorvillo, entrambi disinnescati dalla Munoz. La prestazione della spagnola oggi ha influito notevolmente, nel bene e nel male, sull’andamento della questa gara. Per l’Olimpus una sconfitta immeritata per quanto fatto vedere in campo. In attesa di avere notizie sulle condizioni della Visconti, ad attendere ora le ragazze di Donzelli c’è la partita di domenica, che le vedrà opposte alle campionesse d’Italia dell’AZ.

Più informazioni su