RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Champions League: 1000 agenti per arrivo tifosi inglesi

Roma si prepara al ritorno Champions. La gara non sarà solo sul campo, tra le due squadre, ma anche fuori. Se Di Francesco e Klopp si sono messi al lavoro da ieri per preparare le rispettive compagini alla semifinale di ritorno

Roma-Liverpool:  svolto stamane tavolo tecnico per garantire sicurezza

Roma – Roma si prepara al ritorno Champions. La gara non sarà solo sul campo, tra le due squadre, ma anche fuori. Se Di Francesco e Klopp si sono messi al lavoro da ieri per preparare le rispettive compagini alla semifinale di ritorno, Questura di Roma e Autorità inglesi (insieme ai due club) già dalla scorsa settimana hanno gettato le basi perché la gara di mercoledì sera non sia anche il secondo tempo degli incidenti avvenuti fuori dall’Anfield Road prima del fischio d’inizio. I quali hanno visto il tifoso dei Reds, Sean Cox, finire in coma.

Nella tarda mattinata in Questura si è svolto un tavolo tecnico con al centro l’organizzazione dei servizi di ordine pubblico anche per Roma-Liverpool. La partita della sicurezza comincerà già da domani, quando è previsto l’arrivo dei primi tifosi inglesi. In tutto saranno circa 5mila. In gran parte sbarcheranno all’aeroporto di Fiumicino. Altri giungeranno “anche a Ciampino- dice la Questura in una nota- e ad aeroporti più distanti come Pisa, Perugia, Milano, Bergamo, Napoli e Firenze, e in treno”.

Ed è possibile che tra loro ci sia anche qualche hooligan. “Le autorità inglesi hanno segnalato il possibile arrivo di 30/40 tifosi considerati a rischio- segnala la Questura-. Si tratta però di persone non soggette, nel loro paese, a misure restrittive legate al tifo violento in quanto la normativa britannica prevede il ritiro del passaporto ai tifosi sottoposti a daspo”.