RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Champions League: la Roma a Liverpool per riscrivere la storia

Notte Champions. Notte di Liverpool-Roma. Notte di sogni, di coppe e di campioni. Questa sera ad Anfield Road la prima delle due semifinali della massima competizione per club a livello continentale. I giallorossi faranno visita alla tana dei reds per gara 1. Calcio d'inizio fissato per le ore 20.45.

Champions League: semifinali di andata

Roma – Notte Champions. Notte di Liverpool-Roma. Notte di sogni, di coppe e di campioni. Questa sera ad Anfield Road la prima delle due semifinali della massima competizione per club a livello continentale. I giallorossi faranno visita alla tana dei reds per gara 1. Calcio d’inizio fissato per le ore 20.45.

Champions League: 34 anni ancora il Liverpool sulla strada della storia

Una gara intrisa di ricordi, di storia, di emozioni e carica di trepidazione, quella a cui gli uomini di Eusebio Di Francesco prenderanno parte quest’oggi. Sono illimitate le immagini impresse nelle menti dei romanisti in queste ultime 2 settimane, da dopo il triplice fischio finale che ha sancito l’incredibile impresa ai danni del Barcellona. Da dopo quel 3-0 ai blaugrana sognare non sembra essere poi così illecito dalle parti della Capitale, che dopo 34 anni torna a sfidare il tabù inglese ad un passo dalla finalissima di Kiev del 26 maggio.
Nessun appassionato ha dimenticato quella maledetta notte del 1984, quando i rigori sbagliati da Conti e Graziani privarono alla società di Trigoria di fregiarsi del titolo di ‘Campioni d’Europa’. Una semifinale forse non è equiparabile ad un tratto conclusivo, ma la posta in palio e il sapore di questa disputa rievocano fantasmi del passato e i connotati di una rivincita a lungo attesa.

Roma e Liverpool viaggiano sugli stessi binari in ambito nazionale. Se i ragazzi di Di Francesco sono invischiati in un serrato testa a testa a 3 per accaparrarsi uno degli ultimi 2 posti per la prossima Champions, non da meno è la formazione di Jurgen Klopp. I reds sono reduci dall’imprevisto 2-2 contro il fanalino di coda West Bromwich Albion, capace di rimontare il doppio svantaggio negli ultimi minuti di gara. Il pareggio in Premier non deve però far pensare che gli inglesi partano sfavoriti in questo turno europeo. Ai quarti di finale è stato uno show il 3-0 ai danni del Manchester City, liquidato in appena 30 minuti di gioco già nella gara di andata. Se questo non servisse a rendere l’idea di una compagine in grado di fare 80 gol in campionato e che vede in Salah capocannoniere assoluto del torneo con 31 centri, rincariamo la dose aggiungendo che i reds non hanno ancora perso una sola gara in questa ‘coppa dalle grandi orecchie’.

Champions: Roma con l’ormai collaudato 3-4-2-1

Proprio Salah, l’ex Salah, sarà lo spauracchio numero 1 per la retroguardia romanista. Di Francesco, dopo lo 0-3 di Ferrara, opterà ancora una volta per il 3-4-2-1. Il trio a difesa di Alisson sarà composto da Fazio, Manolas e Juan Jesus. Esterni di centrocampo, pronti ad abbassarsi sulla linea dei difendenti quando i padroni di casa spingeranno sull’acceleratore, Florenzi a destra e Kolarov a sinistra. I centrali in mediana Strootman e capitan De Rossi, pronto nuovamente a condurre i suoi fin dalle battute iniziali di gara. Nainggolan e verosimilmente Under, in ballottaggio con Perotti, saranno la coppia dietro all’unica punta Dzeko.

Champions Leauge: Klopp si affida al suo 4-3-3

La squadra del Merseyside risponderà invece col suo consueto 4-3-3. Attenzione non solo a Salah, ma anche agli altri due assi lì davanti: Firmino e Manè. In difesa, a protezione dell’estremo difensore Karius, il quartetto arretrato sarà completato da Van Djik e Lovren al centro, Alexander-Arnold e Robertson sulle due corsie laterali basse. A centrocampo, invece, il trio di giocatori saranno Oxlade-Chamberlain, Henderson e Milner.

Roma 3-4-2-1: Alisson; Fazio-Manolas-Juan Jesus; Florenzi-De Rossi-Strootman-Kolarov; Under-Nainggolan; Dzeko

Liverpool 4-3-3: Karius; Alexander Arnold-Van Djik-Lovren-Robertson; Oxlade Chamberlain-Henderson-Milner; Salah-Firmino-Manè

Massimiliano Sciarra