RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Cimberio Varese batte Lottomatica Roma 84-78, play off più lontani

Più informazioni su

Cimberio Varese batte Lottomatica Roma 84-78 (15-19, 39-28, 60-48) Cimberio: Stipcevic 14, Slay 17, Kangur 7, Goss 18, Rannikko 10, Serapinas, Demartini, Fajardo 6, Righetti 12, Galanda. N.e. Mian, Bernardi. All. Recalcati. Lottomatica: Datome 11, Washington 12, Dasic 20, Vitali, Smith 12, Gigli, Traorè 12, Gordic 11. N.e. Crosariol, Tonolli, Giachetti. All. Filipovski. Arbitri: Lamonica, Duranti e Ramilli. Note – Tiri liberi: Cimberio: 20/21, Lottomatica 10/20. Usciti per 5 falli: 39’52« Gordic. Tecnico fischiato a Slay. Tiri da tre punti: Cimberio 6/24, Lottomatica 10/20. Rimbalzi: Cimberio 29, Lottomatica 30. Spettatori: circa 4200.

La Cimberio concede il bis dopo il successo colto a Bologna la scorsa settimana e può guardare con un certo ottimismo a un futuro in chiave play off. Un obiettivo che invece la Lottomatica vede allontanarsi sempre più, complice anche una situazione di organico che definire disastrosa è poco: Djedovic ancora fuori per la frattura a una mano, Giachetti presente solo in panchina, al pari di Crosariol, Gigli e Vitali in campo per una manciata di secondi. Eppure se non fosse scattato un inspiegabile black out nei cinque minuti immediatamente precedenti l’intervallo, forse il finale di gara sarebbe stato diverso. La Cimberio ha infatti preso il largo proprio nel finale del secondo quarto con un parziale di 13-4 (39-28 il punteggio all’intervallo lungo) mentre nel secondo quarto la squadra romana ha fatto registrare un incredibile 2-9 dal campo e 4-10 dalla lunetta. La Cimberio ha dato l’impressione di poter agevolmente controllare la situazione (67-51 al 33′ il massimo vantaggio, 71-62 al 36′), me nel finale la Lottomatica ha rischiato il tutto per tutto ed è rientrata clamorosamente in partita con una tripla di Gordic: 73-72 a 2’09«. Varese ha avuto la forza di riprendersi e non ha mai ceduto il comando. Nelle battute finali (76-74 a 39» dalla fine) è cominciata la serie dei falli sistematici e protagonista è stato il playmaker varesino Stipcevic, con 8 centri su 8 dalla lunetta. Prima della gara un riconoscimento e tanti applausi per Corny Thompson, per sei stagioni giocatore della Pallacanestro Varese tra il 1984 e il 1990, tornato per qualche giorno di vacanza.

IL COMMENTO DI SASA FILIPOVSKI AL TERMINE DEL MATCH A VARESE
“Complimenti a coach Recalcati e alla sua squadra, fatta di giocatori di grandE esperienza che hanno punito ogni nostro errore difensivo, in particolare sul pick&roll. Nella seconda metà di gioco abbiamo giocato meglio, specie per quanto riguarda l´intensità: siamo migliorati in difesa e nelle percentuali d´attacco ma questo non è stato sufficiente. E´ stata una gara molto fisica, loro hanno messo grande pressione sui nostri tiratori come Smith, che ha dovuto aspettare il momento giusto per riuscire ad andare a segno. Abbiamo pagato anche la brutta percentuale dalla lunetta, e i tiri liberi, in gare dure come questa, contano molto. Abbiamo ancora problemi di infortuni: abbiamo dovuto fare a meno di Crosariol che è bloccato da una tendinite, mentre Gigli e Vitali non sono ancora al top della loro condizione, ma stanno lavorando duro per tornare presto al meglio”.

Più informazioni su