RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Club Basket Frascati (serie B/f), Lascala: «Un piazzamento migliore può fare la differenza»

Roma – E’ stata un’annata complicata quella della serie B femminile del Club Basket Frascati. Infortuni e assenze per motivi personali o lavorativi hanno condizionato il rendimento del gruppo allenato da Marco Frisciotti che ora è vicino alla fase “decisiva” della stagione.

«Mancano tre partite alla fine della stagione regolare e due le giocheremo in maniera ravvicinata tra domani e sabato rispettivamente contro Viterbo e ad Aprilia – dice la guardia classe 1982 Eleonora Lascala – Purtroppo ci arriveremo coi soliti problemi di formazione e quindi dovremo cercare di stringere i denti, provando ad essere il più possibile amalgamate e compatte in mezzo al campo».

Domenica sera le ragazze del Club Basket Frascati hanno battuto con un ampio scarto (77-40) la Smit Roma Centro penultima della classe. «Una formazione molto giovane, la differenza è stata chiara sin dall’inizio. In questa stagione, però, ci era capitato di soffrire anche con altre formazioni meno attrezzate della nostra e stavolta abbiamo messo in campo la giusta determinazione sin dalle prime fasi anche perché volevamo riscattare il k.o. precedente con Santa Marinella».

Domani il Club Basket Frascati ospiterà la Tuscia Viterbo seconda della classe. «Hanno nella Recanati il loro “diamante” e sono sicuramente una squadra forte che gioca assieme da tanto tempo. Un gruppo che corre tanto e difende bene, si prospetta una sfida molto complicata anche perché come al solito saremo rimaneggiate e la condizione non può essere brillante, ma cercheremo di tirare fuori l’orgoglio».

Lascala sottolinea come «raggiungere un buon piazzamento può fare la differenza e quindi non saranno “banali” queste ultime partite della stagione regolare». La guardia ha fatto parte del gruppo che tre anni fa, assieme a coach Frisciotti, sfiorò la serie A2. «Questo club è speciale e col presidente Monetti ho un ottimo rapporto. Inoltre sono stata molto felice del ritorno del coach perché c’è stata sempre una bella sintonia tra noi».