RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Dinamo Labico calcio (II cat.): Vittoria col Pro Appio

Più informazioni su

 Angelucci: “Crediamo al secondo posto”

Roma – Una partita perfetta. La Seconda categoria della Dinamo Labico vince con un netto 3-0 il match interno con il Pro Appio, ex quarto della classe ora allontanato a sei lunghezze. “E’ stata una partita dominata – dice il difensore centrale classe 1989 Alessandro Angelucci –. Specialmente nel primo tempo abbiamo sempre tenuto il pallino del gioco in mano, pur sbloccando la gara solo verso la fine della frazione con Milana. Nella ripresa la doppietta di Testa ha legittimato il successo”.

Angelucci è l’ultimo arrivato del gruppo. Nella prima parte di stagione è stato tesserato col Monte Fortino, ma problemi di pubalgia gli hanno fatto saltare diverse partite. “Con la maglia della Dinamo Labico ho esordito solamente due partite fa, nel match di Rocca di Papa – racconta il difensore –. Fa indubbiamente piacere aver cominciato questa avventura senza subire reti in 180 minuti”.

Angelucci spiega come è nato l’accordo con la Dinamo Labico. “Conoscevo mister Nuzzi e diversi attuali compagni di squadra. Sono stato contento dell’opportunità di far parte di questa compagine. Ho trovato un gruppo davvero bellissimo, compatto e determinato. Inoltre c’è una società sempre vicina alla squadra e uno staff tecnico competente. Davvero una bella atmosfera”.

Stante la sconfitta dello Sporting San Cesareo sul campo della capolista Acds, la Dinamo Labico è ora a un solo punto dal secondo posto e a +4 sul Marino quarto. “Crediamo fortemente al secondo posto e cercheremo di dare il massimo per ottenerlo da qui alla fine della stagione” dice Angelucci. In effetti la Dinamo Labico non è mai stata così vicina alla “piazza d’onore” nel corso di questo campionato e ora non dovrà ovviamente abbassare la guardia. Nel prossimo turno la squadra di mister Alfio Nuzzi sarà ospite della Virtus Ariccia, fanalino di coda con appena un punto in classifica. “Sono le partite più pericolose – avverte Angelucci –. Non dobbiamo commettere l’errore di sottovalutare l’avversario. Anche perché sia con la prima che con l’ultima della classe ci sono sempre in palio tre punti».

Più informazioni su