Quantcast

Euro 2020, Frongia: Roma pronta per altre partite

Roma – Roma c’è ed è pronta ad approfittare di un eventuale cambio di sede dei prossimi match degli Europei di calcio previsti in Inghilterra. La conferma arriva dal commissario straordinario Uefa Euro 2020, Daniele Frongia, che candida la Capitale “per questa sfida” dopo i successi di organizzazione ottenuti con le tre partite del girone in cui era inserita l’Italia.

“Attualmente il ministro della Salute inglese e l’Uefa hanno escluso l’ipotesi di un cambio programma per le finali”, spiega Frongia, raggiunto telefonicamente dall’agenzia Dire.

“Premesso questo, però, Roma ha dimostrato di saper ospitare le partite in città con grande efficienza e in sicurezza. Qualora la situazione pandemica inglese dovesse peggiorare, ma ovviamente speriamo di no, se Figc e Uefa ce lo chiedessero noi saremmo pronti a ospitare ulteriori partite. Roma è pronta”.

E non è tutto. Nel caso in cui lo Stadio Olimpico dovesse essere scelto per un cambio in corsa, “a quel punto ci auguriamo anche di avere una quota maggiore di spettatori presenti in tribuna (attualmente ne sono consentiti circa 16mila, ndr), tramite un dialogo con il Governo”, conclude Frongia, per il quale “è difficile” indicare i tempi di una possibile decisione in merito.