RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Frascati Scherma, la Stagni ottima sesta in Coppa del Mondo. La Mancini campionessa europea Giovani

Più informazioni su

 

«Una rondine non fa primavera, ma questa certamente è una bella rondine». La battuta è di Lucio Landi, maestro della sciabolatrice Livia Stagni che ha costruito tutta la sua carriera al Frascati Scherma e che nell’ultimo week-end ha ottenuto un importante sesto posto nella prova di Coppa del Mondo disputata a Bologna. «Un risultato che ci voleva – continua Landi – e che è certamente di qualità visti gli avversari che Livia ha battuto, tra cui (nel tabellone delle 16) la coreana Kim, campionessa olimpica di Londra». La Stagni, che proprio domenica scorsa ha compiuto 25 anni, si è arresa ai quarti contro la russa Gavrilova. «Nel momento decisivo dell’assalto – spiega Landi – ha avuto un problema muscolare che è stato successivamente confermato dagli esami. Purtroppo Livia ha rimediato uno stiramento che le farà saltare le prossime due settimane di attività: in questo momento non ci voleva perchè avremmo subito voluto verificare se si riusciva a dare continuità al risultato di Bologna». Landi crede molto nelle potenzialità della Stagni. «Tecnicamente è un’atleta fatta – rimarca il maestro – mentre deve migliorare dal punto di vista della lettura tattica dell’assalto, dove spesso non è reattiva. Comunque è nel giro della Nazionale e deve continuare a lavorare come sta facendo». Il maestro Landi, responsabile del settore sciabola del Frascati Scherma, ha avuto nello scorso fine settimana un’altra grande soddisfazione: l’argento a squadre nel campionato europeo Cadetti di Flaminia Prearo. «Ha riscattato la prova individuale dove non aveva fatto benissimo – evidenzia Landi -, mentre nella gara a squadra è stata trascinante per la Nazionale, chiudendo in positivo anche il proprio bilancio nella finale persa con le russe».

UN SUCCESSO DIETRO L’ALTRO – L’inizio settimana della società del presidente Paolo Molinari è stato folgorante. Oltre ai risultati della Stagni e della Prearo, è arrivato lo splendido titolo di campionessa europea Giovani conquistato a Budapest dalla fiorettista Camilla Mancini, assoluta dominatrice della categoria Under 20. Gran terzo posto anche per il fiorettista Valerio Aspromonte che nella prova di Coppa del Mondo a San Pietroburgo è stato fermato solo in semifinale dall’americano Massialas.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.