RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Gsd Casilina Bccr (calcio): Muzi tecnico dei Giovanissimi

"Dovrò guardare negli occhi i ragazzi per cercare di tirare fuori il massimo da loro"

Più informazioni su

Roma – Il Gsd Casilina Bccr ha perfezionato l’accordo con mister Claudio Muzi che sarà l’allenatore della squadra Giovanissimi regionali fascia B classe 2005 per la prossima stagione sportiva.

Tecnico di grande esperienza, 64 anni, Muzi sta per iniziare il suo 47esimo anno consecutivo su una panchina. Tantissime le società in cui ha lavorato nel suo lungo percorso.

Tra queste la Vigor Perconti, il Savio, il San Lorenzo, la Vis Sezze, Spes Artiglio, Ceccano, Ciampino, Lupa Frascati, Pro Roma. Oltre ad una vasta attività ed esperienza nel settore Scuola Calcio da cui nasce il suo college privato denominato “Personal training for football players” di cui è ideatore e direttore.

Inoltre Claudio Muzi, dal 2000 al 2011 sotto l’ala del direttore generale del settore giovanile Leonardo Generoso, è stato osservatore del Bari per la zona di Roma e della regione Lazio.

Tra l’altro per Muzi si tratta di un ritorno visto che guidò i Giovanissimi regionali Elite classe 1985 nella stagione 1999/2000. Raggiungimento la finale per il titolo di campione regionale, poi persa 2-1 con la Romulea.

“Già all’epoca c’era il presidente Umberto Coratti che non mi ha mai nascosto la sua profonda stima –dice Muzi–. Tra l’altro da quel gruppo mandammo in prova proprio al Bari un ragazzo, vale a dire Davide Roscioli”.

“Torno in un club verso cui ho un sentimento di affetto e lo faccio con grande energia. Le sfide non mi hanno mai spaventato, anzi sono stimolanti. Il mio concetto fondamentale è che il professionismo è l’arte del comportamento”.

“Dovrò guardare negli occhi i ragazzi per cercare di tirare fuori il massimo da loro. Credo fortemente nel mio lavoro e da questo punto di vista sono abbastanza presuntuoso”.

La società Gsd Casilina Bccr è onorata di aver offerto ai propri ragazzi del 2005 un allenatore di tale spessore ed esperienza, lo ringrazia per aver accettato il progetto e gli augura buon lavoro.

Più informazioni su