Internazionali Tennis 2012

Più informazioni su

    Internazionali Tennis di Roma

    Internazionali Bnl d’Italia 2012 

    Internazionali Tennis 2012

    Internazionali Tennis 2012

     

    Roma 12 – 20 Maggio 2012

    FORO ITALICO
    11 campi in terra battuta
    Viale dei Gladiatori, 31 – 00135 ROMA

    Internazionali Tennis 2012 Bnl

    Come nel 2011 gli Internazionali di tennis avranno la formula del “combined event”, con le prove maschile e femminile nell’arco di nove giorni. Nella stessa giornata, dunque, come avviene nei quattro tornei del Grande Slam, sarà possibile ammirare Nadal, Federer, Djokovic, applaudire le protagoniste del circuito femminile e tifare per le azzurre, da Francesca Schiavone a Flavia Pennetta e Roberta Vinci.

    Sito internet: Internazionali Tennis Bnl 2012 

    La storia degli Internazionali Tennis d’Italia è cominciata nel 1930 presso il Tennis Club Milano di via Arimondi, grazie al lavoro e alla passione del conte Alberto Bonacossa.

    Nel 1935 il torneo prese definitivamente possesso dell’impianto in cui ancora oggi si svolge, il Foro Italico.

    L’avvento di Pietrangeli, agli Internazionali Tennis, inizia nel 1957: prima finale e prima vittoria, ancora una volta su Merlo (86 62 64) nella terza e ultima finale tutta italiana. Pietrangeli fu nuovamente finalista nel 1958, battuto da Rose, vinse la prova torinese del 1961 su Laver (68 61 61 62) e giocò la sua ultima finale romana nel 1966, contro Tony Roche. Dieci anni più tardi, gli Internazionali Tennis tornarono a parlare la lingua del nostro tennis grazie a Panatta, vincitore nel 1976 sull’argentino Vilas per 26 76 62 76. Panatta inaugurò di fatto un triennio di grande tennis italiano che vide nel 1977 finalista Zugarelli (superato da Gerulaitis) e nel 1978 di nuovo Adriano in finale, battuto solo al quinto set da Bjorn Borg (16 63 61 46 63). Fu quella l’ultima finale italiana al Foro, che per tutti gli anni Ottanta e Novanta divenne proprietà di sudamericani (sette vittorie, con Vilas, Clerc, Gomez, Mancini, Rios e Kuerten), statunitensi (quattro vittorie, con Arias, Courier e Sampras), austriaci (tre vittorie, tutte di Muster), spagnoli (Sanchez e Corretja) e svedesi (Wilander e Norman) con due vittorie.

    La finale, degli Internazionali Tennis, del 2001 è andata allo spagnolo Juan Carlos Ferrero, mentre nel 2002 André Agassi ha finalmente conquistato per la prima volta il titolo che mancava al suo straordinario palmares. Un vincitore a sorpresa nel 2003, l’arcigno spagnolo Felix Mantilla, primo giocatore dal 1963 capace di aggiudicarsi il torneo senza essere compreso tra le teste di serie. Nel 2004 la coppa degli Internazionali Tennis resta in Spagna, ma cambia padrone: Carlos Moya batte in finale l’argentino David Nalbandian e si aggiudica il Telecom Italia Masters.

    Indimenticabile la finale del 2005, degli Intenazionali Tennis, vinta ancora una volta da uno spagnolo, Nadal, sull’argentino Coria: cinque tiratissimi set, oltre 5 ore di lotta, 3.600.000 telespettatori. Ma ancor più indimenticabile è la finale del 2006 degli Internazionali Tennis, in cui Nadal fa il bis, ancora una volta al tie-break del quinto set, ai danni del numero 1 del mondo Federer dopo avergli annullato due match-points. Queste due finali sono rispettivamente prima e seconda nella classifica delle più lunghe: 5 ore e 14 minuti quella del 2005, 5 ore e 6 minuti quella del 2006. Più breve, ma altrettanto significativa, la terza vittoria consecutiva di Nadal nel 2007, agli internazionali tennis, ai danni del cileno Gonzalez.

    Il 2008, agli Internazionali Tennis,  ha visto invece brillare Novak Djokovic, primo serbo a vincere al Foro Italico. Il tennista di Belgrado ha battuto in finale lo svizzero Stanislas Wawrinka. Nel 2009 e nel 2010 riecco Nadal: il mancino spagnolo ha così raggiunto quota cinque titoli al Foro Italico, record del torneo.

    Nel 2002 gli Internazionali Tennis sono stati vinti da Serena Williams in finale sulla belga Henin, mentre un’altra belga, Kim Clijsters, si è imposta nel 2003 dopo un’appassionante rimonta sulla francese Amelie Mauresmo. La campionessa francese, dopo tre finali perse (2000,2001 e 2003), si è aggiudicata sia l’edizione 2004, battendo in finale l’americana Jennifer Capriati, che quella 2005, in cui ha superato la svizzera Schnyder. Nel 2006 si è invece registrato il ritorno della Hingis, che aveva già vinto nel 1998, e nel 2007 la consacrazione della serba Jelena Jankovic.

    La stessa Jelena Jankovic si è ripetuta nel 2008, agli internazionali tennis, battendo in finale la giovane francese Alize Cornet.

    Nel 2009 la “regina” degli Internazionali tennis è stata Dinara Safina, che in una finale tutta russa ha sconfitto Svetlana Kuznetsova, conquistando così uno dei successi più prestigiosi della sua carriera. Infine lo scorso anno, agli Internazionli di Tennis ecco la sorpresa spagnola: titolo a Maria Jose Martinez Sanchez. Sempre nel 2010 ecco anche un po’ di azzurro: Flavia Pennetta, in coppia con l’argentina Gisela Dulko, ha vinto il titolo di doppio.

    Internazionali Tennis 2012

    In attesa dell’assegnazione delle wild card da parte degli organizzatori (la prima per il tabellone principale è stata assegnata a Venus Williams), la Wta ha ufficializzato l’entry list delle qualificazioni agli Internazionali Tennis BNL d’Italia femminili (12-20 maggio).

    Le prime due giocatrici del seeding sono la rumena Sorana Cirstea e la spagnola Maria Jose Martinez Sanchez, vincitrice al Foro Italico nel 2010.

    Straordinaria la qualità degli Internazionali Tennis 2012 con la presenza nel tabellone femminile delle prime 25 tenniste al mondo.

    Il torneo Wta, infatti, a differenza di quello maschile, non prevede la partecipazione automatica di tutti i big. La non obbligatorietà non ha impedito l’allestimento di un campo di partecipazione di primissimo ordine con tutte le migliori interpreti al via, comprese ovviamente le nostre 4 eroine di Fed Cup, Schiavone, Vinci, Pennetta ed Errani.

    Più informazioni su