RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

INTERNAZIONALI BNL D’ITALIA. Impresa Fognini, ma esce la Errani

Più informazioni su

Fabio Fognini

Fabio Fognini

Grande Fognini, avanti facile Murray, Nadal e la Halep, male la Errani, fuori a sorpresa la Ivanovic. Gli Internazionali Bnl d’Italia hanno vissuto una giornata intensa e appassionante, nella quale, per l’Italia, la sofferta uscita di scena della numero 1 e’ stata controbilanciata dall’ exploit del numero 1, approdato agli ottavi di finale. Dopo due sconfitte nell’ultimo mese, a Monaco di Baviere e a Madridi, il 27enne ligure, numero 31 del tennis mondiale, si e’ preso finalmente la rivincita contro il bulgaro Grigor Dimitrov, quattro anni piu’ giovane e 20 gradini piu’ su nel ranking. Fabio si e imposro per 7-6 (9) 4-6 6-0, in due ore e 17′ di un match teso e combattuto, nel quale ha sfoggiato alcuni pregevoli colpi del suo migliore repertorio, accompagnati da qualche intemperanza delle sue. Negli ottavi, raggiunti per la prima volta al Foro Italico, Fognini, unico dei sette azzurri rimasto in gara, trovera’ il ceco Tomas Berdych, numero 5 del mondo (ma il campione di Arma di Taggia e’ in vantaggio 2-1 nei precedenti).

Finalista sfortunata nel 2014, costretta da un infortunio a ritirarsi contro Serena Williams, la Errani non avra’ l’ocassione di sfidarla di nuovo quest’anno negli ottavi. Lo fara, al suo posto, la statunitense Christina McHale, che ha superato l’azzurra con un doppio 6-4, in un’ora e 34′, mostrandosi piu’ solida e determinata, soprattutto nel servizio e da fondo campo. “Il rammarico c’e’, difendevo una finale, e un italiano ci tiene sempre a fare bene qui a Roma. Peccato e’ andata male, non va sempre come uno vorrebbe”, il commento della numero 15 mondiale, che ha ammesso di essersi sentita poco in forze ed ha elogiato l’avversaria: “Ha fatto un gran match”. Ma Sara, che nel primo turno aveva superato la slovacca Daniela Hantuchova, guarda avanti, con fiducia: “Voglio migliorare su tutto per stare al passo con i tempi”.

Sul velluto l’esordio di Rafa Nadal, sceso al numero 7 del ranking ma sette volte vincitore al Foro Italico, che ha liquidato per 6-2 6-0 il turco Marsel Ilhan; e della romena Simona Halep, n. 2, affermatasi per 6-3 6-0 sulla statunitense ALison Riske. “Volevo giocare bene e penso di averlo fatto sia la scorsa settimana a Madrid che oggi. Sono felice per questa partenza”, ha detto lo spagnolo. Un po’ piu’ sofferta la vittoria di Andy Murray, n. 3, che ha regolato per 6-4 6-3 il francese Jeremy Chardy. “Le mie gambe erano un po’ stanche all’inizio, poi, dopo i primi game, ho iniziato a sentirmi meglio”, ha commentato lo scozzese, reduce – oltre che dal matrimonio con Kim Sears l’11 aprile scorso – dalla vittoria contro Nadal domenica a Madrid, e che ieri aveva messo in dubbio la sua presenza a proprio a causa della stanchezza. Con l’inattesa uscita di scena di Ana Ivanovic, intanto, il torneo ha perso una star, e non poco glamour: la bella 27enne serba, numero 7 del mondo, e’ stata battuta per 5-7 7-6 (2) 7-6 (7) dalla promettente russa Daria Gavrilova, sei anni piu’ giovane e 71 gradini piu’ in basso nel ranking.

Più informazioni su