RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

La 75esima edizione degli Internazionali d’Italia di tennis

Più informazioni su

Non sarà da record per la vendita dei biglietti, ma la 75esima edizione degli Internazionali d’Italia di tennis fa gia’ sognare fin dal prologo: la grande sorpresa, infatti, saranno gli incontri di pre-qualificazione a piazza del Popolo a partire dal 5 maggio. Poi, sabato 12 e domenica 13 le qualificazioni e i primi 8 incontri del tabellone principale maschile, di nuovo sui conseuti campi del Foro Italico.

La 75esima edizione degli Internazionali d'Italia di tennis

Domenica 20 maggio le finali. “Manca solo l’ultima autorizzazione formale che confidiamo possa arrivare in tempo utile”, annuncia il presidente della Federtennis, Angelo Binaghi, durante la presentazione di nella Sala delle Armi al Foro Italico.

“Gli incontri si svolgeranno dalle 11 del mattino fino a tarda sera proprio nella piazza che forse piu’ di ogni altra simboleggia il cuore della nostra Capitale”, aggiunge. Il merito e’ del “nuovo corso” tra la Federtennis e il Comune di Roma, che per il 2018 ripetera’ l’esperimento (iniziato con il campo temporaneo di Ponte di Nona nel 2017) di trasferire la magia del tennisanche in periferia per coinvolgere il piu’ possibile i cittadini: questa volta gli orizzonti si allargano fino al Municipio III e alla zona di Settebagni, dove si terra’ una vera festa dello sport con visite di campioni, lezioni di tennis tenute da maestri federali, esibizioni e musica.

“E’ un appuntamento estremamente importante e prestigioso non solo per lo sport ma anche per la citta’”, conferma Raggi nel sottolineare i rapporti consolidati con la Federtennis. Ma la collaborazione con Roma non finisce qui, in attesa che si sblocchi l’iter per la copertura del Centrale. Se nel 2017 il sorteggio dei tabelloni maschile e femminile si e’ svolto sotto l’Arco di Costantino, con vista mozzafiato sul Colosseo, quest’anno le premesse non sono da meno. “Sara’ una sorpresa”, si nasconde Binaghi, al quale fa eco Malago’ assicurando: “Puntiamo talmente in alto che e’ meglio non anticipare nulla”.

Fin qui il tennis e la citta’. Sulla terra rossa, si ripetera’ la formula del ‘combined event’ avviata nel 2011, con le gare del tabellone femminile che si alterneranno a quelle del maschile. Nella stessa giornata, come nei quattro tornei del Grande Slam, sara’ possibile ammirare Nadal, Djokovic, Del Potro, Wawrinka, Raonic e gli altri top player a cominciare dal Next Gen Alexander Zverev, campione in carica, e applaudire le protagoniste del circuito femminile con il grande ritorno di Serena Williams, assente lo scorso anno.

La statunitense ha trionfato in quattro edizioni: 2002, 2013, 2014 e 2016. Gli appassionati potranno inoltre sostenere gli azzurri e le azzurre, da Fabio Fognini e Andreas Seppi a Paolo Lorenzi, da Roberta Vinci a Sara Errani, con il giovane talento romano Matteo Berrettini gia’ sicuro della wild card. Gli incontri dei tabelloni principali saranno suddivisi in due sessioni, una mattutina e una serale.

L’inizio alle 11 sulla Next Gen Arena, sullo Stadio Nicola Pietrangeli e sui campi secondari, alle 12 sul Campo Centrale. Sempre sul Centrale, inaugurato nel 2010 e giudicato da tennisti e addetti ai lavori come lo stadio con la miglior visibilita’ al mondo, e’ prevista una sessione serale con inizio alle 19.30: in campo un incontro maschile e uno femminile. Sulla Next Gen Arena il programma proporra’, invece, una ‘long session’ (cinque match al giorno a partire dalle 11). Semifinali e finali si giocheranno sul Centrale.

Per la prima volta dopo 10 anni di “aumenti vertiginosi”, forse l’edizione 2018 non battera’ il record della biglietteria: e’ previsto infatti un calo del 6% sui tagliandi venduti, ma “stiamo parlando come al solito di una marea umana di paganti, oltre 200mila, e di un incasso stratosferico, compreso tra gli 11 e i 12 milioni di euro, che non ha paragoni nello sport italiano.

Spero di essere smentito dai dati finali”. Nonostante la possibile contrazione nelle vendite, il fatturato del torneo e l’utile finale della manifestazione saranno da record perche’ la sorpresa di quest’anno e’ relativa all’incasso degli sponsor, che aumentano in quantita’ e nell’importo complessivo in misura maggiore dell’ipotetica flessione di incasso del botteghino.

“E’ il segnale che le grandi aziende credono nel futuro del nostro sport”, tiene a precisare Binaghi. Nel dettaglio, i numeri aggiornati alla scorsa settimana raccontano di una prevendita che ha gia’ fruttato un incasso di 6.7 milioni di euro, 66.985 biglietti giornalieri venduti finora, mentre gli abbonamenti gia’ venduti sono 1.072. Come ogni anno, circa 50 biglietti saranno in vendita ai botteghini del Foro Italico la mattina di sabato 19 e domenica 20 maggio. Chi non sara’ al Foro Italico potra’ guardare gli incontri in tv: il torneo maschile sara’ trasmesso interamente da Sky, con 5 partite in chiaro su Tv8, mentre gli incontri femminili sara’ tutto visibile gratuitamente su SuperTennis.

Gli Internazionali di tennis hanno “una duplice valenza: non solo rendono omaggio a una citta’ bellissima ma abbiamo iniziato un percorso perche’ l’evento sia partecipato e diffuso anche nelle periferie”. Cosi’ il sindaco di Roma, Virginia Raggi, intervenendo alla presentazione degli Internazionali di tennis nella Sala delle Armi al Foro Italico. “L’anno scorso abbiamo aperto un campo temporaneo nel Municipio VI e quest’anno stiamo lavorando per aprirne un altro nel terzo Municipio- ha aggiunto la prima cittadina- Questo consentira’ di aumentare il livello di partecipazione dei cittadini a un evento internazionale e speriamo di rendere permanente questi impianti: auspichiamo una risposta positiva per un campo tutto l’anno. Credo si tratti di una bella sinergia e di un bell’esempio, e chissa’ che dalle periferie non esca un futuro campione”.

Più informazioni su