RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

“La Città di Frascati piange la morte di Stefano Simoncelli”

Più informazioni su

 

Frascati, mercoledì 20 marzo 2013

«È un giorno tristissimo. Per la Città, per lo sport, per tutti quelli che lo hanno conosciuto e ne hanno apprezzato le doti morali e la grande forza d’animo. La morte di un caro amico come Stefano Simoncelli mi ha addolorato profondamente: era malato da tempo, ma la forza con la quale combatteva contro questo destino crudele era la stessa che l’aveva visto vincere sulle pedane nazionali ed internazionali, fino all’argento olimpico di Montreal nel ‘76. Ho ancora negli occhi il suo viso sofferente, le sue e le mie lacrime quando, qualche mese fa, nel corso della Festa della scherma per gli olimpionici di Londra Ilaria Salvatori e Valerio Aspromonte, gli ho consegnato un premio alla carriera voluto dall’Amministrazione Comunale. Salutandolo, lo esortai a non mollare. Mi rispose con un sorriso, stringendomi forti le mani. Una cerimonia alla quale, pur provato dalla malattia, non volle mancare, e dove fu protagonista a modo suo: poche parole, intense e commosse, quasi pesate, dedicate alla sua grande passione, la scherma; alla palestra – intitolata al papà Cesare – che non aveva mai abbandonato e che lo ha visto fino all’aggravarsi delle sue condizioni di salute prodigo di consigli per tecnici ed atleti. Anche in quell’occasione non mancò di ricordare e ringraziare i suoi cari, la moglie Franca e i figli Giorgia, Marta e Luca. A loro, a nome dell’intera Amministrazione Comunale, della Città di Frascati e mio personale, vanno le più sentite condoglianze».

Stefano Di Tommaso, Sindaco di Frascati

«Con Stefano Simoncelli se ne va la figura di un uomo che ha dato tanto allo sport e alla scherma italiana. Come Consigliere delegato allo Sport è stato un onore, nell’ottobre scorso, conferirgli insieme al Sindaco Di Tommaso il premio alla carriera a nome della Città. Lo conoscevo da pochi anni, ma fin da subito mi hanno colpito la sua eleganza, quel suo riserbo e quella lucidità, attraverso le quali non mancava mai di sottolineare il profondo legame che deve esserci tra sport e valori. Stefano Simoncelli aveva carisma, competenza sportiva e la capacità di dettare scelte e avere grandi intuizioni, espresse con successo come atleta e dirigente, mettendo sempre sullo stesso livello il risultato sportivo e l’attenzione per i ragazzi e le loro famiglie. Un esempio da seguire, un uomo che ha saputo portare, lavorando con i giovani, il nome di Frascati in alto. Alla famiglia vanno le mie più sentite condoglianze».

 MatteoFilipponi, Consigliere delegato allo Sport di Frascati

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.