RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

La Roma tra presente e futuro

Tra presente e futuro. Come sempre. Come in ogni società ambiziosa. Da una parte l’immediato, o se preferite, il futuro prossimo. Molto prossimo. Infatti è iniziata la settimana che traghetterà la Roma vero uno degli snodi cruciali della stagione. Dall’altra la programmazione della squadra che sarà, con il tentativo naturalmente di migliorarla.

Ma andiamo per ordine. Partiamo con il presente. I giallorossi sono attesi da sei partite fondamentali, tra campionato e Champions League. In Italia ad aspettarli ci sono le traferte di Napoli e Firenze (tra l’altro consecutive) e le insidiose partite casalinghe contro Spal e Sampdoria. In mezzo i due decisivi match europei contro il CSKA Mosca.

Nonostante gli ultimi incoraggianti risultati, 3 vittorie di fila, la classifica dei ragazzi di Di Francesco resta deficitaria. Infatti ad oggi sarebbero fuori dal prossima Champions. Un disastro tecnico ma anche economico. Dopo l’inguardabile inizio stagionale serve ancora uno sprint importante per guadagnare almeno una delle prime quattro posizioni. Questo in campionato. In Europa steccare il doppio confronto contro i russi vorrebbe dire al 90% salutare tutti alla fine della fase a gironi. Insomma, per utilizzare un gergo pokeristico, siamo quasi all’ all-in.

Ma veniamo ora al futuro. I rumors di mercato sono sempre più insistenti. La Roma ha messo gli occhi sul difensore centrale che è entrato prepotentemente nei radar delle più forti, e ricche, squadre continentali: Matthijs de Ligt.

Si tratta di un centrale olandese, classe ’99, dell’Ajax. Per molti l’erede di Piquè. Forte fisicamente e nel gioco aereo, possiede indiscutibili capacità nella costruzione del gioco. Sembra proprio l’idenkit perfetto del calciatore che serve alla Roma come compagno di reparto di Manolas. Il prezzo di partenza è di quello da far tremare i polsi: si parte da non meno di 40/45 milioni.

Difficile, difficilissimo portarlo a Trigoria. Ma i buoni rapporti con Raiola fanno si che i giallorossi restano una delle possibili destinazioni del gioiellino orange.

 

Andrea Felici