RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

La Roma vince ma non convince: 2-1 al Bologna

Più informazioni su

In una serata che di positivo ha solo il risultato, di un’importanza fondamentale in ottica quarto posto, una Roma brutta e a tratti anche abbastanza fortunata batte un ottimo Bologna per 2-1, grazie alle reti di Kolarov su rigore al 55° e di Fazio sugli sviluppi di un calcio d’angolo al 73°.

La rete rossoblù arriva invece a 5 minuti dalla fine con Sansone, che dimezza lo svantaggio per gli Emiliani che stasera hanno veramente tanti motivi per mangiarsi le mani, complici anche la sfortuna in occasione della traversa dopo il tiro di Soriano e un Olsen in stato di grazia, che ha salvato più la Roma dal baratro. Nota di merito anche al difensore greco Manolas, altro migliore in campo insieme allo svedese che si è reso protagonista più volte di interventi decisivi che hanno aiutato a “reggere la baracca”.

Poco gioco, troppi errori individuali e fase difensiva che continua a creare problemi, soprattutto nel primo tempo. Nella seconda metà di gioco poi grazie anche all’ingresso in campo di Stephan El Shaarawy la situazione migliora leggermente e nonostante una profonda sofferenza nel finale i capitolini riescono ad acciuffare la vittoria. Maormai analizzare le partite dei giallorossi, in balia spesso dei soliti difetti, sta diventando purtroppo sempre più facile, nonché monotono. Ci sono poi le prestazioni di alcuni giocatori in particolare che non possono non preoccupare, come quella di Florenzi, Cristante o dello stesso Fazio che, al di là del gol, è stato autore dell’ennesima performance imbarazzante.

E se da una parte c’è la profonda soddisfazione per 3 punti che hanno un peso specifico sulla classifica estremamente importante, con il terzo posto paradossalmente ancora alla porta, un Milan distante solo un punto al quarto e il vantaggio di 3 lunghezze su Atalanta e Lazio, dall’altra aumentano le perplessità nei confronti di una squadra che si è rivelata ancora una volta la peggior nemica sé stessa. Nessuna continuità, un’altalena costante a livello di concentrazione e di prestazioni tecniche che ad alti livelli rischi di pagare caro, e questa Roma sempre più “Dr. Jekyll e Mr. Hyde” lo sta facendo con gli interessi ormai da inizio stagione.

Nel prossimo turno di campionato, sabato 23 Febbraio alle 20:45 la Roma affronterà i gialloblu del Frosinone nel nuovo stadio “Benito Stirpe” della provincia Ciociara. Considerando anche il calendario abbastanza abbordabile dei rossoneri nelle prossime partite, l’obbligo di vincere per i capitolini diventa ancora più categorico se si vuole puntare a un quarto posto per il quale la lotta sarà estremamente lunga e soprattutto complicata. Il margine di errore ormai è praticamente nullo, e un solo passo falso potrebbe rivelarsi fatale.

Francesco Bastianini

Più informazioni su