RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

La SS Lazio nuoto in Campidoglio: protesta contro rischio estinzione il 2 marzo

Più informazioni su

Roma – Si svolgera’ sabato 2 marzo in Campidoglio la protesta in difesa della SS Lazio nuoto, la cui esperienza “rischia l’estinzione” a causa della procedura amministrativa con cui il Comune di Roma ha messo a bando la piscina di Via Giustiniano Imperatore, gestita dalla societa’ da 33 anni: “È fatto su misura per chi, magari senza esperienza, organizza lo sport solo per guadagnarci. Il Comune per primo dovrebbe avere a cuore la tutela della qualita’ dei servizi ai cittadini!”, e’ la denuncia affidata al profilo Facebook.

“La S.S. Lazio Nuoto, un’eccellenza del nostro territorio, certezza per le famiglie, punta di diamante per uno sport pulito e di alto livello tecnico. In queste acque hanno imparato a nuotare e a conoscere i valori dello sport generazioni di cittadini della Garbatella, bambini, donne in gravidanza, anziani, disabili. Qui sono cresciuti campioni olimpici, mondiali, europei e italiani, di nuoto e di pallanuoto. Un modello organizzativo e sportivo rivolto al sociale e al grande sport, dove tutti i proventi servono per finanziare l’attivita’ dei ragazzi e per pagare istruttori e personale superqualificati. Nemmeno un euro finisce nelle tasche di privati”, si legge sulla pagina Fb della societa’.

“Tutti questi valori sono considerati poco o nulla nel nuovo bando del Comune, fatto su misura per chi, magari senza esperienza, organizza lo sport solo per guadagnarci. Il Comune per primo dovrebbe avere a cuore la tutela della qualita’ dei servizi ai cittadini! Perdere questo patrimonio e questa fonte di risorse per la Lazio Nuoto potrebbe voler dire rinunciare all’attivita’ agonistica della pallanuoto, del nuoto e del nuoto paralimpico.

“Mobilitiamoci per scongiurare che la speculazione entri nello sport pubblico e che il nostro territorio sia privato dell’orgoglio di ospitare un presidio sportivo e sociale e un sodalizio storico che da cosi’ tanti anni contribuiscono al futuro dei nostri giovani e alla qualita’ della vita di tutti noi che crediamo nei valori e nella forza inesauribile dello Sport. Sabato 2 marzo, alle ore 11, tutti al Campidoglio per un sit in di protesta e per chiedere un incontro con la sindaca della citta’”.

Più informazioni su