RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Lazio, le luci di Keita e le ombre di Marchetti

Più informazioni su

Keita

Keita

Nella partita di debutto in Coppa Italia contro il Bassano Keita ha dimostrato di essere una stella. Come leggiamo nell’articolo di Andrea Arzilli sul Corriere della Sera “Il problema, se ce n’è uno, nasce da un equivoco. Un conto è quello che la Lazio da sempre rimprovera a Keita, cioè un atteggiamento un po’ da primadonna (il fantasma di Zarate ancora aleggia, insomma) che stona con l’apologia del gruppo cantata dal presidente Lotito e ripresa da tutti gli allenatori transitati da Formello.

Un altro conto è la personalità, insieme al talento puro uno dei due elementi che separano il normale dall’eccezionale. Ma la sfida della Lazio è proprio quella: aiutare Keita a far brillare tutto il genio senza per forza ingabbiarlo in troppa regolatezza”. 

La missione di Pioli sarà quella di far esplodere in modo definitivo Keita ma anche “quella del «recupero» di Federico Marchetti, sempre più un «ufo» nella Lazio: il Bassano l’ha saltato e contro il Milan non ci sarà a causa di un «affaticamento muscolare al flessore della coscia sinistra». Inevitabile ripensare alla tormentatissima annata del portiere, derubricato in pochi mesi da certezza di Lazio e Nazionale a rebus senza soluzione. Per ora è lui una delle poche ombre a pochi giorni dalle luci di San Siro”.

Più informazioni su