Quantcast

L’Italia ne fa tre anche alla Svizzera e vola agli ottavi di finale

Roma – Dopo la bella e importante vittoria ottenuta all’esordio contro la Turchia, gli Azzurri ricevono all’Olimpico la Svizzera, allenata dall’ex Lazio Vladimir Petkovic, che viene dal pareggio ottenuto all’esordio col Galles in quel di Baku. Ancora formazione tipo per Mancini, che rinvia il turnover all’ultima partita del girone. Con una vittoria oggi, l’Italia staccherebbe il pass per gli ottavi con un turno d’anticipo.

Segna Locatelli, Italia avanti
Parte fortissimo l’Italia, intenzionata fin da subito a impostare sui binari giusti una partita che potrebbe diventare pericolosa: dopo dieci minuti infatti prima occasione azzurra, con Immobile che non sfrutta un buon cross di Spinazzola e di testa manda alto. Al 18′ calcio d’angolo di Insigne, carambola in area e ribattuta in rete da due passi di capitan Chiellini, ma il Var annulla tutto per un fallo di mano dello stesso difensore. A metà primo tempo bellissimo lancio di prima di Locatelli per Berardi, serpentina del numero 11 e pallone rimesso al centro per lo stesso Locatelli, che dopo essersi fatto 60 metri chiude l’azione e porta l’Italia in vantaggio. Poco prima dell’intervallo, in contropiede, ci prova anche Spinazzola, ma il suo tocco di punta termina largo.

Ancora Locatelli e poi Immobile per il tris
Nella ripresa gli Azzurri raddoppiano subito: avanza Di Lorenzo che appoggia per Barella, l’interista scarica per Immobile che a sua volta serve Locatelli, il cui mancino dal limite batte nuovamente Sommer. Al 63′ si rende pericolosa la Svizzera, con Zuber che da posizione defilata calcia due volte, trovando due grandi respinte da parte di Donnarumma. Dieci minuti più tardi sventagliata di Bonucci a lanciare Immobile sulla corsa, con il numero 17 che da buona posizione tira largo. All’88’ Toloi sradica il pallone dai piedi di Mehmedi e con un po’ di fortuna serve Ciro Immobile, che dai 20 metri controlla e calcia sul palo lontano, là dove il portiere non può arrivare.

Italia matematicamente agli ottavi
Seconda partita a Euro 2020 e secondo 3-0 per l’Italia di Roberto Mancini. Ancora una prova di forza quindi, sia sul piano del ritmo e dell’intensità che su quello delle idee e della qualità. Anche questa sera l’undici azzurro ha dato molto poco respiro all’avversario di turno, bloccando sul nascere ogni flebile azione svizzera con un asfissiante pressing, con la nazionale elvetica che di fatto quasi mai si è resa pericolosa dalle parti di Donnarumma. Con questa vittoria l’Italia è matematicamente qualificata agli ottavi di finale, domenica col Galles, ancora all’Olimpico, sapremo se come prima o come seconda nel girone, dettaglio che potrebbe fare tutta la differenza del mondo.

Andrea Trupiano