RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Ssd Roma VIII (calcio, I cat.), il realismo di Gespi: «Primo posto difficile, ma il secondo…»

Più informazioni su

Roma – E’ iniziato sotto una cattiva stella il 2019 della Prima categoria della Roma VIII. La squadra di mister Fabrizio Fiaschetti ha perso di misura le sfide esterne con Dinamo Labico e Torpignattara. La sfida di domenica scorsa è stata piuttosto particolare con la Roma VIII che a inizio ripresa si è trovata sotto per 3-0 e ha poi dato vita un’incredibile rimonta, ma una volta agguantato il risultato i padroni di casa hanno trovato il modo di portare a casa i tre punti grazie al sigillo del 4-3.

«Nei primi cinquanta minuti abbiamo sbagliato davvero tanto – commenta l’esterno offensivo classe 1998 Giacomo Gespi – E’ pur vero che eravamo in formazione rimaneggiata e dunque ci siamo schierati con un assetto inedito con Dantimi e Conte “adattati” da centrali difensivi stante l’assenza di Di Mena, Palandri e Bandiera. Nel secondo tempo la squadra ha avuto una bella reazione: dopo il mio gol (realizzato poco dopo l’ingresso in campo a gara in corso, ndr), abbiamo segnato il 2-3 con Romozzi e il gol del momentaneo pari col giovane Pinciotti (elemento della Juniores, ndr), poi stavamo pure spingendo per vincere e invece il Torpignattara ha trovato il gol del definitivo 4-3 sull’unico tiro effettuato dopo il gol del 3-0. Per lo sforzo fatto in precedenza avremmo meritato di uscire dal campo con almeno un punto, ma ora bisogna guardare avanti».

Domenica c’è la sfida interna col Crystal Pioda che ha 17 punti proprio come il gruppo di Fiaschetti. «Abbiamo un solo risultato domenica, inutile nascondersi. Mancherà De Palma per squalifica, ma qualche giocatore dovremmo recuperarlo» dice Gespi che nella prima metà della scorsa stagione giocava in Eccellenza (al Monte Grotte Celoni), ma che è voluto rimanere nel gruppo capitolino in estate.

«Ho un bel rapporto con la società, lo staff tecnico e i compagni. I gol? Quello di domenica è stato “solo” il secondo e spero di farne altri, ma la cosa principale è cercare di risalire in classifica con la squadra». A tal proposito Gespi conclude con un pensiero molto realistico. «Ora siamo a undici punti dal Valle Martella e pensare al primo posto è molto dura, ma dobbiamo cercare di riavvicinarci al vertice e concludere almeno al secondo posto perché spesso quello è un piazzamento che vale il salto di categoria tramite i ripescaggi».

Più informazioni su