RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Roma: forse c’è vita, 1-1 contro il Milan

Più informazioni su

Roma – In un Olimpico decisamente ostile e in clima di forte contestazione, al di là della bella coreografia in ricordo di Antonio De Falchi di inizio partita, i ragazzi di Di Francesco acciuffano un pareggio dal retrogusto decisamente amaro, considerando l’ottima prestazione, nonostante le solite disattenzioni difensive.

I giallorossi infatti dominano per lunghi tratti del match, ma complici “L’orrore” difensivo di Pellegrini e Fazio sul gol di Piatek, un Donnarumma in grande serata e il palo, non riescono ad andare oltre l’1-1. Zaniolo, l’autore del gol romanista, è stato sicuramente il migliore in campo dei capitolini per l’ennesima volta insieme a un Daniele De Rossi sempre più immenso; grinta, tanta qualità e grande presenza mentale, per un ritorno col botto del capitano della Roma che non giocava una partita da oltre tre mesi.

Dopo lo scempio di Firenze ci si attendeva una reazione importante, e questa c’è stata. La squadra ha offerto probabilmente una delle performance migliori di tutta la stagione, soprattutto dal punto di vista della voglia e della cattiveria agonistica. Ma i problemi purtroppo continuano a essere veramente tanti. In primis, una difesa che si è dimostrata ancora una volta di una vulnerabilità disarmante e un attacco spesso poco lucido, che concretizza sempre molto meno di quanto meriterebbe dal punto di vista delle occasioni create.

Preoccupano poi alcune prestazioni “singole” di alcuni giocatori che continuano ad avere delle difficoltà, su tutti Fazio, che aggiunge l’ennesima serataccia alla lunga sfilza di prestazioni allucinanti che hanno contraddistinto una stagione per il momento scandalosa. Stupisce in questo senso la scelta da parte del Ds Monchi di non acquistare un altro difensore centrale in questo mercato di gennaio, considerando l’infortunio di Juan Jesus e il rendimento discutibile di Ivan Marcano…

Nonostante un risultato che sta sicuramente “stretto” ai giallorossi, sono tante però le cose che fanno sperare il futuro della stagione, a partire dalla scoperta definitiva di Karsdorp sulla fascia destra fino alla prestazione globale di tutta la squadra guidata dal suo immenso Capitano, il cui rientro come perno di basso di centrocampo nel 4-3-3 rappresenta la notizia migliore della serata.

Adesso l’appuntamento è domenica 10 Febbraio allo stadio Marcantonio Bentegodi di Verona, dove la Roma giocherà contro i gialloblu del Chievo, alla ricerca di punti importanti per la lotta “Champions”, adesso più aperta che mai visti il crollo dell’Inter, al terzo posto con soli 5 punti di vantaggio sui giallorossi, e il Milan che con il pareggio di stasera mantiene il punto di vantaggio sui capitolini e il quarto posto, in attesa della partita della Lazio contro il Frosinone lunedì sera. In caso di vittoria, i biancocelesti aggancerebbero i cugini al quinto posto.

Mancano ancora tante partite alla fine del campionato, e la lotta per le zone europee della classifica sarà avvincente fino all’ultima giornata. La Roma ha tutte le carte in regola per arrivare dove merita, ma a maggior ragione sarà fondamentale voltare pagina definitivamente dopo le prestazioni indecorose alle quali si è assistito fino ad ora. Si riparta da prestazioni come quelle di stasera…

 

Francesco Bastianini

Più informazioni su