RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Roma-Genoa: Di Francesco costretto al turnover. Roma costretta a vincere

Sarà il Genoa di Davide Ballardini il prossimo ostaco sul cammino della Roma in campionato. Questa sera (20.45) i giallorossi ospiteranno i liguri nel turno infrasettimanale valido per la 33esima giornata di serie A.

As Roma: a 6 gare dal termine la Roma vuole confermarsi al 3° posto

Roma – Sarà il Genoa di Davide Ballardini il prossimo ostacolo sul cammino della Roma in campionato. Questa sera (20.45) i giallorossi ospiteranno i liguri nel turno infrasettimanale valido per la 33esima giornata di serie A. Quando mancano 6 giornate al termine della stagione, gli uomini di Di Francesco cercano punti preziosi per rimanere all’interno della zona Champions. Con l’Inter vittoriosa nel suo anticipo contro il Bologna e con la Lazio impegnata nella difficile trasferta di Firenze, i Capitolini non possono permettersi passi falsi. Le 6 sconfitte maturate tra le mura amiche sono tante, troppe. Ma non hanno comunque compromesso un ingresso alla prossima ‘coppa dalle grandi orecchie’, che sembra aspettare proprio De Rossi e co.

Per la sfida ai rossoblù Di Francesco sta già pensando ad un ponderato tourn over. Le tante sfide ravvicinate e le semifinali di Champions alle porte spingono il tecnico abruzzese a riformulare l’11 di base. In difesa Florenzi riceverà il testimone da Bruno Peres, risultando sostanzialmente l’unico cambio in fase arretrata. Il reparto più rivoluzionato dovrebbe essere quello di centrocampo: Pellegrini al posto di Strootman e Gonalons al posto di De Rossi. Il francese avrà dunque una nuova chance, l’ennesima, dopo una stagione disastrosa. In attacco, con Perotti ancora fermo ai box, sarà Under il dirimpettaio di El Shaarawy, con Dzeko alla ricerca del 15° sigillo nel torneo.

Roma 4-3-3: Alisson; Florenzi-Fazio-Juan Jesus-Kolarov; Pellegrini-Gonalons-Nainggolan; Under-Dzeko-El Shaarawy

Il Genoa veleggia a quota 38 nel suo modesto campionato. I ragazzi di Davide Ballardini non hanno sostanzialmente più nulla da chiedere alla loro classifica, considerando gli 11 punti di vantaggio sulla zona retrocessione e il troppo divario con un piazzamento europeo. Ma questo non significherà che il Grifo scenderà nella Capitale a fare da semplice vittima sacrificale.
Il Genoa è tra le squadre di media-bassa fascia tra le meno perforate della massima competizione nazionale. Solo 31 i gol al passivo per Perin. Così come pochi, per onor di cronaca, sono anche quelli messi a segno. Gli attaccanti genoani hanno marcato solamente 25 volte in stagione, dimostrando poca propensione alla realizzazione e conseguentemente poca scaltrezza sotto misura.

Genoa 3-5-2: Perin; Pereira-Rossettini-Zukanovic; Lazovic-Rigoni-Bertolacci-Hiljemark-Laxalt; Galabinov-Pandev

Roma: ultimo Roma-Genoa tra gioia e lacrime

Negli ultimi 11 scontri allo stadio Olimpico tra le due compagini la Roma ha raccolto solo vittorie. L’ultima di queste è ormai passata alla storia. Era il 28 maggio scorso, quando il gol di Perotti al 93esimo minuto di gara sancì il 3-2 definitivo e permise alla Roma di agguantare la qualificazione diretta alla successiva Champions League proprio sul gong finale. Ma l’ultimo Roma-Genoa è passato alla storia anche e soprattutto per essere stata l’ultima partita ufficiale di Francesco Totti, che salutò l’attività di calciatore proprio nella medesima partita.

Massimiliano Sciarra