RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Roma: Una giornata da Monchi

"La nostra pianificazione della stagione non è chiusa, ma una parte importante è stata fatta"

Giornata importante, quella di ieri per la nuova Roma che sta nascendo. Giornata dalle molte ufficialità. Iniziamo da chi saluta. Radja Nainggolan è ormai a tutti gli effetti un calciatore dell’Inter per 38 milioni di euro. Contestualmente sono arrivati i comunicati degli acquisti di Zaniolo e Santon, pagati rispettivamente 4,5 e 9,5 milioni.

Di fatto, se la matematica non è un opinione, il Ninja va alla corte di Spalletti per 24 milioni più i cartellini di Zaniolo e Santon.

Il piatto forte della movimentata giornata romanista è stato però Javier Pastore. Il ventinovenne argentino, ex Psg, è costato 24,7 milioni. In mattinata ha svolto le visite mediche, poi la firma sul contratto, la conferenza stampa e infine la sua presenza al Roma Store di Via del Corso per il primo contatto da calciatore della Roma con i suoi nuovi tifosi.

Nella conferenza stampa del ‘Flaco’ era naturalmente presente Monchi, il ‘deus ex machina’ del mercato giallorosso.  “Pastore è un giocatore di tanta qualità, di esperienza, di maturità. Alzerà il livello della squadra sicuramente”, queste le parole con le quali lo spagnolo ha dato il benvenuto al neo romanista.

L’argentino sarà provato da Di Francesco come interno di centrocampo. Il suo acquisto è stato fatto per aumentare qualità ad un centrocampo fin troppo muscolare. Reparto capace lo scorso anno di fare un ottimo filtro davanti alla difesa, non a caso la seconda del torneo, ma di essere anche poco incisivo in fase offensiva sia a livello di gol che di assist.

Il Ds giallorosso ha parlato anche della trattativa con Florenzi (“Con Florenzi stiamo tentando il rinnovo, ma non è facile”), della cessione di Nainggolan (“Questo è il mio lavoro: lo faccio sempre mettendoci la faccia”) e della situazione riguardante Alisson (“Fino a oggi non abbiamo ricevuto offerte”).

Infine un messaggio ai naviganti dell’ex Siviglia (“La nostra pianificazione della stagione non è chiusa, ma una parte importante è stata fatta”). Insomma, pensare che possa arrivare la classica ‘ciliegina sulla torta’ è da ora legittimo…

Andrea Felici