RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Lazio sciupona: Inter-Lazio 0-0

Più informazioni su

Inter e Lazio non si fanno male. Finisce zero a zero l’ultimo match dell’anno delle due compagini, che si sfidano a colpi di sciabola senza andare a fondo. Il mister di Certaldo, orfano di Miranda e D’Ambrosio, lancia dal primo minuto Ranocchia e Santon. Inzaghi sceglie il suo undici di fiducia, per una formazione ormai inossidabile.

CIRO IMMOBILE

CIRO IMMOBILE

Avvio frizzante per entrambe le squadre, con l’Inter che aggredisce alta per scongiurare l’impostazione difensiva degli ospiti. I ritmi si alzano pian piano, causando due buoni contropiedi per la Lazio. Al ventesimo una bomba da fuori di Milinkovic viene disinnescata da Handanovic. Successivamente Bastos spedisce il pallone oltre la traversa, colpendolo a due metri dalla porta. Scocca il trentesimo; Borja Valero mette un pallone in mezzo, sul quale Perisic si avventa come un falco sulla preda. Il tiro in controbalzo finisce sotto la traversa, ma Strakosha salva con un autentico prodigio.

L’ultimo brivido del primo tempo è un corner per la Lazio. Sugli sviluppi di quest’ultimo Borja Valero devia il pallone di testa, andando a scheggiare la parte superiore della traversa. La prima frazione, seppur dinamica, si chiude a reti inviolate.

Il secondo tempo comincia a rilento, con le squadre che sembrano ancora studiarsi. Dopo dieci minuti l’Inter si accende. Borja Valero salta Leiva, conclude nello specchio ma il portiere laziale si protrae sulla sua destra, compiendo un altro miracolo. Al sessantesimo Rocchi concede un rigore ai biancocelesti, ma il Var lo annulla giustamente, causa involontarietà dell’intervento di Skriniar.

Inzaghi inserisce Felipe Anderson per Luis Alberto. Proprio dai piedi del brasiliano parte un tiro al fulmicotone, sventato da una parata pazzesca di Handanovic. La Lazio pressa, cercando di sfruttare la stanchezza fisica dei nerazzurri. Dopo un rimpallo con l’arbitro Parolo calcia, ma il portiere sloveno si fa trovare pronto. Gli ospiti sciupano un’altra occasione in contropiede, quando Immobile serve Felipe Anderson che, solo al centro dell’area, spedisce il pallone clamorosamente fuori. L’Inter, anche se spenta fisicamente, ci crede e comincia ad attaccare. L’ultima occasione ce l’ha Perisic, ma il croato la spreca malamente.

Finisce zero a zero a San Siro. Luci a intermittenza per le due squadre, che si accendono e si spengono in momenti diversi della gara. Un punto a testa per chiudere al meglio il 2017.

Tommaso Franchi

Più informazioni su