RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Reja: “La Lazio ha fatto bene. Sconfitta immeritata”

Più informazioni su

«Abbiamo fatto una buona gara, perdendo la partita immeritatamente. La classifica? Non sono preoccupato, il Catania è stato soltanto un poco più fortunato di noi. C’è mancato il cinismo necessario». È tranquillo nel dopo gara Edy Reja nonostante la sconfitta col Catania al Massimino, anche perchè il suo presidente Caludio Lotito conferma che il tecnico resterà sulla panchina biancazzurra. «’La Lazio ha fatto bene – sottolinea Reja – abbiamo creato anche quattro palle gol. Dobbiamo migliorare, essere più cattivi e determinati in fase conclusiva. La squadra ha lavorato bene, molto meglio rispetto ad altre gare. Nell’unica palla gol che il Catania ha avuto, Klose non ha visto la palla perchè aveva il sole contro e loro hanno segnato». La sconfitta di Catania non preoccupa il tecnico: ‘Nessun campanello d’allarme – spiega – perchè guardando il modo in cui ha lavorato la squadra, posso essere soddisfatto. Noi la partita l’abbiamo fatta, il Catania è stato un pò più fortunato di noi. Non siamo stati cinici come in altre circostanze. Perdere a pochi minuti dalla fine fa male, ma abbiamo fatto bene e Carrizo è stato determinante in un paio di occasionì« L’analisi di Reja è condivisa dal suo presidente che ribadisce: »alla Lazio è mancato il cinismo«. ‘Nel calcio quando uno delle occasioni e non le concretizza viene penalizzato», spiega il presidente biancazzurro – hanno pesato le tante assenze. Poi garantisce che Reja finirà campionato, ribadendo che «la società non lo ha mai messo in discussionè. Nemmeno prende in considerazione dell’ipotesi di Reja dt e Zola in panchina: ‘Non gli è stato mai prospettato questo incarico e lui comunque non lo accetterebbe». Vincenzo Montella smentisce la voce di un suo contatto con la Lazio: «ho avuto uno scambio di opinione con Lotito nel dopo partita – rivela l’allenatore del Catania – ma dell’andamento della gara: abbiamo avuto valutazioni diverse sul risultato finale, ma è fisiologico». È diversa l’analisi dell’allenatore del Catania, infatti: «Abbiamo vinto una gara meritatamente – sostiene l’ex aeroplanino – e adesso possiamo toglierci tante soddisfazioni, e non soltanto personalmente ma soprattutto per i nostri tifosi». ‘Il nostro è un campionato che va al di la’ di ogni rosea previsione anche se poi strada facendo abbiamo dimostrato di meritare questa classifica – aggiunge il tecnico dei rossazzurri – Adesso dobbiamo porci degli obiettivi prestigiosi e da martedì cominceremo: da consolidare l’ottavo posto a fare qualcosa in più. Però lasciamo sognare i tifosi, noi dobbiamo essere realisti e puntare a ottenere il massimo«. Sul suo futuro Montella dice che »anticipare qualsiasi cosa è soltanto ‘fantacalcio’. »Ho un contratto col Catania – ribadisce – e non ho avuto contatti, e oggi è prematuro parlare di futuro«. Tra le ipotesi c’è anche la panchina del Napoli dove domenica prossima giocherà il Catania: »Sarà la mia prima da allenatore al San Paolo – chiosa Montella – sarò emozionato ma vorrò fare punti per la classifica del Catania e per dare soddisfazione ai tifosi«.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.