RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Tc New Country Club Frascati (nuoto), i venti anni di Tavelli: «Ora inizia un nuovo ciclo»

Roma – E’ un anno speciale quello appena cominciato per Daniele Tavelli. Il responsabile del settore agonistico del nuoto del Tc New Country Club Frascati ha iniziato il suo 20esimo anno nel circolo di via dell’Acquacetosa. «Un ambiente speciale dove si può lavorare con tranquillità, ma al tempo stesso con grande soddisfazione. Nel corso di questi anni la crescita del settore nuoto è stata evidente e abbiamo potuto vantare una continuità di risultati davvero importante: sono stati molti i ragazzi che hanno “spiccato” il volo verso società di prima fascia romane e, in questo senso, gli ultimi esempi sono quelli “freschi” di Francesca Romana Furfaro ed Andrea Panza che da questa stagione difenderanno i colori rispettivamente dell’Aniene e dell’Antico Tiro a Volo, pur rimanendo sempre in contatto con noi». Quello del Tc New Country Club Frascati sarà un gruppo dell’agonistica decisamente rinnovato.

«Ci sono stati diversi cambiamenti e dunque sarà come iniziare un nuovo ciclo – rimarca Tavelli, affiancato come sempre da Davide Cordasco nella conduzione del settore – Abbiamo ripreso gli allenamenti da poco meno di un mese, ma devo dire che si è già instaurato un ottimo clima: i ragazzi dimostrano maturità e voglia di ascoltare, questa è una base importantissima per poter crescere anche se magari i risultati non saranno immediati. Sottoporremo i ragazzi a sedute di mental training e di preparazione atletica con lavori cosiddetti “di trasformazione”, poi inizieremo le prime gare da novembre e pian piano la stagione entrerà nel vivo».

Novità anche per i più piccoli. «Anche quest’anno avremo un gruppo di Esordienti B ed Esordienti A che continueranno a fare l’attività promozionale con la Csain e che, da questa stagione, potrebbero fare anche qualche gara federale. Valuteremo se far misurare i nostri ragazzi in questa tipologia di manifestazioni, giudicando il livello dei loro miglioramenti» conclude Tavelli.