RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Torraccia, Righi: ”Dobbiamo trovare la giusta mentalità”

Più informazioni su

Passione dentro e fuori il rettangolo di gioco, è questa la parola chiave che accompagna da sempre il percorso di Emanuela Righi, oggi tecnico del Casal Torraccia.

Emanuela, da qualche anno a questa parte, si diletta nello scambio di ruoli, passa infatti più volte, da giocatrice ad allenatrice riuscendo a ricoprire brillantemente entrambe le posizioni.

Nella scorsa stagione Righi torna in campo, nel duro palcoscenico della seria A,  per difendere la porta della Pmb Roma Futsal.

 La sua avventura però, a seguito di un infortunio, terminerà verso metà stagione.

Sarà dura abbandonare il terreno di gioco ed appendere gli scarpini al chiodo;  troppa esperienza segna il cammino di Emanuela che decide di intraprendere un nuovo percorso alla guida tecnica del Casal Torraccia, squadra di calcio a 5 che milita nel campionato di serie C femminile.

I nostri microfoni hanno voluto conoscerla più da vicino.

Buongiorno Mister. Come stai vivendo questa stagione? Hai nostalgia del campo ?

“Sto vivendo questa annata con la massima serenità. Dopo la stagione passata con la Pmb, ho deciso che il mio percorso sarebbe stato meglio proseguirlo alla guida tecnica di una grande società. Non è la prima volta che mi diletto come allenatrice, la mia è una grande passione che va oltre il semplice gioco. Sono contenta della scelta che ho fatto e giocare non mi manca. Ora mi concentro sul futuro, il Casal Torraccia è una società che può crescere molto”.

Sabato scorso avete diviso la posta in palio con il Cccp; secondo te, cos’è mancato per agguantare il punteggio pieno?

“Credo che quella di sabato scorso sia stata una partita un po’ strana. Nel primo tempo siamo riusciti dopo pochi minuti di gioco a portarci subito in vantaggio, riuscendo ad imporre il nostro gioco ed attaccare con determinazione. Successivamente, qualche giro di lancetta più tardi, abbiamo anche trovato il gol del raddoppio. Nel secondo tempo il ritmo è calato e questo ha permesso alle avversarie di riuscire a riportare il match in equilibrio. Ci manca continuità nelle prestazioni”.

EMANUELA RIGHI

EMANUELA RIGHI

Quali sono i punti forti della tua squadra e dove, invece, pensi si potrebbe ancora migliorare?

“Siamo una buonissima squadra formata da giocatrici con grandi qualità, sia sul piano tecnico che tattico. Tuttavia mi sento di dire che questi due aspetti non bastano a fare la gara; bisogna sicuramente migliorare la mentalità con cui si scende in campo ad ogni singola partita. Quella mentalità che ci permetterebbe di affrontare al meglio ogni gara sia in positivo che in negativo”.

Che obiettivi vi siete posti ad inizio stagione?

“Miriamo sicuramente ad una salvezza che ci piacerebbe raggiungere con qualche giornata d’anticipo. Una volta raggiunto questo primo step cercheremo di scalare la classifica quanto più possibile”.

Sabato prossimo, gara fondamentale per il discorso classifica, affronterete infatti la Connect Calcio a 5; come state preparando la gara?

“Credo che ogni gara vada preparata sempre nella stessa maniera, ogni partita va disputata al meglio per riuscire ad agguantare i famosi 3 punti. Spero che le mie ragazze possano esprimere al meglio il loro gioco, vorrei che entrassero in campo concentrate e con l’obiettivo dei 3 punti scolpito nella mente, insomma… mi aspetto una reazione da tutto il gruppo”.

Liliana Nicoletta

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.