Vittoria 3-2 in casa del San Marino, ma quanta fatica per la Roma

Roma – Sesta giornata di campionato e seconda trasferta consecutiva dopo quella di Milano per la Roma di Bavagnoli, che va a far visita al neo promosso San Marino in una partita dalle mille insidie. Assenti Greggi dopo l’operazione al crociato e Andressa vittima di una lesione muscolare.

Lazaro porta avanti la Roma
Al decimo minuto buona discesa sulla destra di capitan Bartoli, che arriva sul fondo e dopo un paio di finte mette al centro un pallone che Lazaro spinge in rete per il vantaggio romanista. Vantaggio meritato per le capitoline.

Rigore ingenuo e pareggio sammarinese
Dopo aver rischiato di subire il raddoppio, a tre minuti dall’intervallo il San Marino trova un insperato calcio di rigore, guadagnato da Muya per un ingenuo fallo di Serturini. Sul dischetto si presenta Barbieri, che spiazza Baldi e ristabilisce la parità.

Ancora in goal Lazaro e Barbieri
Passa un minuto e la Roma si riporta in vantaggio: punizione dalla trequarti battuta da Bernauer sulla quale si avventa Lazaro, che con un ottimo stacco impatta di testa e batte di nuovo Ciccioli. Primo tempo finito? Assolutamente no. Appena ripreso il gioco, il San Marino si riporta nell’area romanista, Baldi para il tiro di Baldini ma non può nulla sul colpo di testa ravvicinato di Barbieri.

Roma in sofferenza
Nella prima metà di secondo tempo le titane prendono coraggio, giocano meglio il pallone e alzano il baricentro, arrivando alla conclusione prima con Barbieri e poi con Menin. Reazione Roma con Giugliano e Bonfantini, ma nulla di fatto.

Serturini consegna i tre punti alla Roma
A soli tre minuti dal novantesimo le giallorosse riescono a trovare la rete del definitivo vantaggio. Lazaro riceve palla spalle alla porta, si gira e trova una perfetta imbucata per Serturini, che taglia alle spalle della difesa sammarinese e con un destro secco batte per la terza volta Ciccioli.

Partita dai due volti
Prestazione bipolare per la Roma, che nel primo tempo gestisce meglio il pallone ma non sfrutta la supremazia territoriale sprecando diverse occasioni, mentre nella ripresa rischia di andare sotto a causa del ritorno del San Marino. Ci si aspettava di più dalle giallorosse, che contro un avversario sicuramente organizzato dovevano far uscire la propria qualità e riscattare il brutto avvio di stagione. Ancora una volta da sottolineare la scarsa vena realizzativa, ma oggi va evidenziata anche la prestazione difensiva, un po’ troppo allegra. Nota di merito per Lazaro, entrata in tutti e tre i goal di giornata.

Andrea Trupiano