Bagnai, l’euro svaluta i salari

Se volete sapere perché l’euro sta impoverendo sempre di più l’Italia e i paesi meno ricchi di tutta Europa, leggetevi sul Sole24ore di ieri – lo trovate su internet, su facebook – l’intervento dell’economista Alberto Bagnai “I salari e la questione irrisolta dell’euro”. Il titolo dell’articolo è vago, riduttivo, come d’uso nei grandi giornali che hanno sempre paura di farsi capire. Se avete fretta, ve lo riassumo in pochissime parole.

La moneta unica, proprio perché è unica per tutti i paesi che la adottano, impedisce le svalutazioni tra i vari paesi. Se le economie sono diverse, e sono diverse, le svalutazioni avvengono ugualmente, ma non sulle monete, avvengono sui salari. Cioè, la disoccupazione aumenta e questo causa l’abbassamento dei salari, con grande vantaggio per i padroni del vapore. Quindi, l’euro danneggia i poveri e favorisce i ricchi. Chi non capisce questo, o è uno che ha interessi sporchi da difendere o è cretino. Ma Bagnai lo spiega meglio.

Arrigo d’Armiento