RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Migranti. Arrestate gli scafisti delle ong

Più informazioni su

Migranti. Arrestate gli scafisti delle ong –

I migranti raccolti in mare vanno portati fino al più vicino approdo, lo abbiamo imparato tutti. Bene, l’approdo più vicino ai migranti raccolti dentro le acque libiche, o al largo della Libia, è il porto libico più vicino. Se non si vuole riportarli in Libia, dove vengono maltrattati, i porti più vicini sono quelli della Tunisia e di Malta.

Quando i migranti arrivavano sui barconi sulle nostre coste, gli scafisti venivano arrestati. Adesso arrivano sulle navi noleggiate da Soros attraverso ong (organizzazioni non governative) da lui finanziate o inventate. Non sono soccorritori, perché li raccolgono in sicure acque territoriali libiche. Sono traghettatori, cioè fanno lo stesso sporco lavoro degli scafisti. Mi chiedo perché i capitani delle navi di Soros non vengono mai arrestati per traffico di carne umana o, in subordine, per favoreggiamento nella tratta di esseri umani, tra i quali molte ragazze destinate a vendere il proprio corpo sulle strade della penisola per ripagare gli schiavisti che ve le hanno deportate. (Ard)

Più informazioni su