RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

TG RDN del 08/05/18

BUS PRENDE FUOCO IN VIA DEL TRITONE: RAGAZZA USTIONATA

Paura questa mattina in via del Tritone, all’altezza della Rinascente, quando un autobus della linea 63 ha prima preso fuoco e poi e’ esploso. Alla base del rogo un malfunzionamento del mezzo. Tutti i passeggeri hanno fatto in tempo a scendere prima della deflagrazione. Una giovane commessa di 25 anni ha riportato ustioni a un braccio ed e’ stata ricoverata in codice giallo all’ospedale San Giovanni. Sul posto sono arrivate immediatamente squadre dei vigili del fuoco, chiuso il tratto di strada con forti disagi alla circolazione. L’Atac ha immediatamente avviato un’indagine interna.

RAID CASAMONICA IN BAR ROMANINA: ARRESTATE QUATTRO PERSONE

Sono stati arrestati i quattro esponenti del clan Casamonica responsabili dell’aggressione, avvenuta lo scorso 1 aprile, a una ragazza disabile e al titolare del bar di via Salvatore Barzilai alla Romanina. Per lesioni, minacce e danneggiamento con l’aggravante del metodo mafioso sono finiti in carcere Antonio Casamonica, Alfredo, Vincenzo ed Enrico Di Silvio. I primi due sono responsabili del pestaggio. Unanime il plauso di politica e istituzioni alle forze dell’ordine.

RIFIUTI, PROROGATO FINO A DICEMBRE CONFERIMENTO ROMA IN ABRUZZO

Sospiro di sollievo per la raccolta rifiuti a Roma. La Regione Lazio ha prorogato fino al 31 dicembre la possibilità di conferire i rifiuti prodotti dalla città in due impianti abruzzesi di Trattamento meccanico biologico. L’accordo sottoscritto con la Regione Abruzzo consente la gestione di 39.000 tonnellate di rifiuti ‘talquale’ raccolte da Ama. L’assessore ai Rifiuti della Regione Lazio, Massimiliano Valeriani, ha parlato di “fattiva collaborazione con il Comune di Roma” e ha chiesto “l’impegno di tutte le istituzioni per completare rapidamente la redazione del nuovo Piano regionale dei rifiuti”.

EX MIRA LANZA, SGOMBERATI DA STABILIMENTO 60 NOMADI

Baracche, latrine a cielo aperto e montagne di rifiuti. È questo lo scenario che la Polizia si e’ trovata davanti questa mattina entrando nello storico stabilimento dell’ex Mira Lanza, a due passi da viale Marconi. Circa sessanta persone di origine rom sono state sgomberate, una decina quelle identificate. Trovati cavi in rame, arnesi atti allo scasso e altri oggetti di dubbia provenienza. La struttura di proprietà in parte del Comune di Roma e in parte della Regione Lazio, si trova in stato di abbandono da tempo e ha visto negli anni continui tentativi di occupazioni e incendi.

Mostra tutto il testo Nascondi