Quantcast

Ziantoni: vergogna Regione, raccolta rifiuti arranca in Comuni Lazio

Roma – “Assistiamo, ancora una volta, increduli, alle dichiarazioni del Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti che, a proposito delle discariche, spiega che sono i Comuni a dover gestire il ciclo dei rifiuti e che, quindi, Roma Capitale non avrebbe fatto il proprio dovere. Una tesi che potrebbe essere fondata se ogni Comune, se ogni provincia avesse i propri impianti ed una propria discarica.”

“Oggi tutti i Comuni del Lazio, conferiscono nella discarica di Viterbo: un problema che non riguarda soltanto la città di Roma ma l’intero territorio regionale.”

“L’assenza di una rete impiantistica adeguata, infatti, sta causando criticità ovunque nel Lazio, non solo a Roma e a dirlo sono le foto di cassonetti pieni ad esempio Latina, ad Anzio, a Ponza, ma la lista è lunga. Eppure, il concetto di ‘prossimità’ secondo Zingaretti dovrebbe applicarsi soltanto a Roma.”

“Una città, la nostra, che al suo interno tratta già i rifiuti di 52 Comuni del Lazio, nell’impianto gestito da Porcarelli in via di Rocca Cencia. Nel frattempo, spalleggiato dal candidato sindaco Roberto Gualtieri e da tutto il Partito Democratico, Zingaretti vorrebbe riaprire il sito di Monte Carnevale, gestito dalla Mad di Valter Lozza, imprenditore arrestato insieme alla dirigente regionale del ciclo dei rifiuti Flaminia Tosini, per aver ‘fatto pressione’ proprio per l’indicazione di quell’impianto come discarica di Roma.”

“Questi sono i programmi del futuro candidato Sindaco del Pd per Roma. Ad essere stanchi sono soprattutto ai cittadini romani che subiscono le conseguenze di una campagna elettorale senza scrupoli ai danni della Capitale e dei soliti territori”. Così in una nota l’assessora ai Rifiuti e al Risanamento Ambientale Katia Ziantoni.