RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

La Juventus è Campione d’Italia ha conquistato il 30° scudetto

Più informazioni su

Juventus Scudetto

Juventus Scudetto

La Juventus ha conquistato il suo 30/o scudetto, il numero 28 vinto nell’era della Serie A a girone unico. Prima del 1929/30 i bianconeri, infatti, avevano vinto i campionati 1905 e 1925/26. Quello odierno e’ il terzo scudetto nella carriera da allenatore per Antonio Conte, peraltro consecutivo, dopo quelli della stagione 2011/12 e 2012/13, sempre sulla panchina bianconera. Per Conte, pero’, non si tratta di una gioia inedita in assoluto, visto che da giocatore aveva gia’ conquistato cinque scudetti, tutti con la maglia della Juventus: si tratta dei titoli vinti nelle stagioni 1994/95, 1996/97, 1997/98, 2001/02 e 2002/03.

La Juventus non vinceva tre scudetti consecutivi dagli anni ’30, quando furono cinque i titoli tricolori a fila, dal 1930/31 al 1934/35. La Juventus si laurea campione d’Italia 2013/14, avendo vinto il maggior numero di partite in questa Serie A: sono 30 sulle 35 giornate fin qui disputate i successi bianconeri, uno dei due record nella storia della Serie A su girone unico, stabiliti quest’anno dai torinesi: le 30 vittorie, infatti, eguagliano il primato dell’Inter 2006/07. Record in solitario, invece, per le 17 vittorie nelle prime 17 sfide casalinghe, che hanno stroncato il vecchio record del Torino 1975/76 (14 nelle prime 14).

La Juventus aveva iniziato il campionato con un successo esterno 1-0 a Marassi sulla Sampdoria. I bianconeri hanno ben presto lasciato alla Roma il comando della classifica, con i giallorossi che hanno vinto consecutivamente le prime 10 partite, con massimo distacco bianconero di -5, sia all’8/a, 9/a e 10/a giornata. Terminata la striscia della Roma e’ iniziata la rimonta bianconera, che ha visto il sorpasso decisivo alla 13/a: la Juventus vinceva 2-0 a Livorno, la Roma era inchiodata sullo 0-0 all’Olimpico dal Cagliari. Tra la 27/a e la 30/a giornata il massimo vantaggio bianconero, a parita’ di partite giocate (per due mesi la Roma ha avuto una gara in meno, tra febbraio ed aprile, il recupero contro il Parma): +11. La Juventus vanta anche l’attacco-record del campionato, con 75 gol segnati, tre giocatori entrati in doppia cifra: Tevez (19), Llorente (15) e Vidal (11), evento che in casa bianconera non succedeva dal 2008/09.

La Juventus targata Conte per il terzo anno consecutivo si e’ resa protagonista di secondi tempi spettacolari: nel 2011/12 i bianconeri chiusero le 38 giornate di campionato con un saldo attivo di +17 punti, guadagnati nei secondi tempi, rispetto ai propri risultati al 45′ (primato condiviso con la Lazio di Reja). Nel 2012/13 il saldo attivo bianconero e’ stato di +27, quest’anno – al momento – si trova a +21, nettamente primato solitario. Confermate anche le tradizioni sull’accoppiata campione d’inverno-squadra scudettata: e’ la 55 volta in 81 campionati di A a girone unico che si verifica il binomio, 19 volte su 27 nella storia della Juventus. Altri numeri: nove le espulsioni a favore (squadra record nella A 2013/14), Vidal e Llorente (19 punti a testa con i loro gol determinanti) i due giocatori piu’ decisivi della compagine di Conte, mentre per Bonucci, Buffon e Pirlo si tratta dello scudetto numero 5 della rispettiva carriera, anche se Buffon ‘lamenta’ i due revocati da Calciopoli. (ANSA) –  (Ha collaborato Football Data).

Più informazioni su